Un’importante vittoria popolare!

L’Associazione Uniti dal Diritto accoglie con enorme soddisfazione la notizia della bocciatura sia a livello federale sia a livello cantonale dell’iniziativa UDC “per l’autodeterminazione”. L’associazione si è impegnata negli ultimi mesi a nome dell’alleanza della società civile per sensibilizzare la popolazione sulle conseguenze di un sì alle urne. Grazie a tutte le sostenitrici e i sostenitori per il grande impegno e il sostegno dimostrato durante questi intensi mesi di campagna! GRAZIE!

SCARICA IL COMUNICATO STAMPA (25.11.2018)

Perché votare NO il 25 novembre

IL DIRITTO INTERNAZIONALE SERVE A PROTEGGERE LE NOSTRE LIBERTÀ E I NOSTRI DIRITTI!

Protegge le libertà di cittadine e cittadini svizzeri

Garantisce la mobilità di studenti, ricercatori e professori

Disciplina la produzione e il commercio di beni e servizi

Protegge dal terrorismo e dalla delinquenza

Protegge l'ambiente e le risorse naturali

Protegge le persone vulnerabili, bambini, anziani e disabili

Protegge le minoranze linguistiche e religiose

Dobbiamo creare opportunità per la Svizzera, non chiudere le porte e togliere diritti e libertà agli Svizzeri. L'iniziativa lanciata dall'UDC mette a rischio i nostri diritti fondamentali e molti importanti accordi con l'estero. Non lasciare che gli altri decidano per te! Vota subito per corrispondenza NO all'iniziativa per l'autodeterminazione.

Le due Sviz­ze­re

Le due Sviz­ze­re

C’è un li­bro che è ap­pe­na usci­to e nes­su­no se n’è ac­cor­to. Ha la co­per­ti­na di car­to­ne du­ro e una…

PROSSIMI EVENTI

Non ci sono eventi in programma.

Che cos'è la CEDU?

Che cos'è la CEDU?

Storie di cittadini svizzeri arrivati a Strasburgo

Storie di cittadini svizzeri arrivati a Strasburgo

Il video del Consiglio Federale per il NO all'iniziativa per l'autodeterminazione

Il video del Consiglio Federale per il NO all'iniziativa per l'autodeterminazione

La "Allianz der Zivilgesellschaft" si oppone all'iniziativa

La "Allianz der Zivilgesellschaft" si oppone all'iniziativa

La giornata di sabato 10 novembre ha visto numerose azioni contro l’iniziativa per l’autodeterminazione in tutta la Svizzera. In Ticino il bus “insieme per il no”, che ha unito il comitato interpartitico “No all’isolamento della Svizzera”, Uniti dal Diritto, Amnesty International, I Verdi del Ticino, PLR, PS e il Comitato di Berna, ha girato il Cantone da Pollegio a Mendrisio per informare la popolazione sui rischi dell’iniziativa. Nonostante la pioggia, la giornata è stata un successo: abbiamo incontrato cittadine e cittadini interessati a saperne di più, in molti si sono detti preoccupati per questa pericolosa iniziativa. Restiamo insieme per il NO il 25 novembre!